Paella di pesce

Paella di pesce


La ricetta in breve

Difficoltà: Facile

Cottura: 35 min

Preparazione: 20 min

Dosi per: 8 persone

Autore: chef

Ricetta vista: 64.639 volte

Ingredienti

  • 300 gr di misto di calamari, seppioline e totani tagliti a pezzi
  • 400 gr di pesce spada o palombo e gamberi medi
  • 1 pescatrice o simile
  • 1 chilo di cozze e 1 di vongole
  • 2 spicchi di aglio
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 1 scatola piccola di pelati
  • 6 etti di riso
  • 3 bustine di zafferano
  • brodo di pesce

Preparazione

a- mettere dell'olio in padella con due spicchi d'aglio-
b- rosolare leggermente ed iniziare a mettere i pesci a cottura più lunga ( calamari, seppioline, totani tagliati a tocchetti)-
c- proseguire la cottura a fuoco lento x 5 - 6 min, dopodiche' aggiungere dell'altro pesce ( spada o palombo, gamberi medi, pescatrice o simili) e portare a cottura questi ultimi-
d- a cottura pronta, togliere il tutto, riporlo in un piatto e buttare in padella vongole e cozze con guscio- bagnarle con una spruzzata di vino bianco e cuocerle sino alla tradizionale loro apertura-
e-toglierle dalla padella e metterle a riposo-
f-a seconda delle persone( minimo 8 - 10)mettere nella stessa paella una scatola di pelati e lasciar cuocere, rigirando, per 5 minuti-
g-a questo punto buttare il riso e lo zafferano - se si vuole una spruzzata di vino bianco, dopo qualche minuto- lasciar rosolare x un paio di minuti, poi aggiungere del buon brodo in quantità  che sia abbastanza sufficiente a portare a termine la cottura del riso, in modo da non dover continuamente rigirala,( cosa, a detta dei locali, da non fare o fare il meno possibile)-
h-5 minuti prima del termine della cottura, buttare nella paella tutto il pesce cucinato prima, cozze e vongole comprese- i-a parte, in un tegame con poco olio, saltare in padella dei gamberoni che metterai come guarnizione, sopra ad ogni piatto di paella prima di darlo al destinatario...-

se di gradimento, si possono aggiungere anche dei piselli gia cotti, negli ultimi minuti di cottura-

Se la si vuole fare con la carne, sempre in pezzetti, il procedimeto è uguale: si parte sempre dalle carni a cottura più lunga ( coniglio, pollo, salsiccia, lonza di maiale, )-
Se la vuoi fare mista, dovrai cucinare le due tematiche, pesce e carne, in padelle separate, per poi buttare tutto nella paella principale che ospiterà poi il gran piatto speciale.




Lascia un commento



Invia

Cerca una ricetta...

Cerca per ingrediente...







Commenti su questa ricetta

claudia il 02/07/2013 alle 19:12
speriamo in bene....chef

santi il 26/01/2012 alle 11:12
sembra buona

ida il 12/08/2010 alle 22:04
una ricetta spiegata meravigliosamente bene,semplice e chiara;la farò sabato.grazie infinite.CIAO!

tazzari paolo il 17/06/2009 alle 21:52
proverò e poi vi dirò. A risentirci

Marcy69 il 17/12/2008 alle 17:46
haora entiendo de donde llega tu perfecto español :)... e la conoscenza dei segreti x una vera paella... grande Chef!

Luca il 21/07/2008 alle 18:52
miticaaaaaaaaa!

cesare il 10/02/2008 alle 16:58
la farà venerdi grazie della ricetta ben descritta

Ale il 06/02/2008 alle 12:33
Nella vera paella il riso non va cotto nel pomodoro ma con tutto il condimento insieme. Una volta l'ho fatta di verdure ed è venuta buonissima!!!! Il segreto???? Irrorare bene il riso e non girarlo mai!!!!

staff RicetteDintorni

Risposta alle tue precisazioni:
Riguardo la prima parte della tua osservazione, certo che il riso non và cotto nel pomodoro, o meglio il pomodoro và aggiunto a tutto il condimento che resta dopo aver tolto il pesce e quindi il pomodoro versato diventa a sua volta parte integrante del condimento- qui credo siamo a livelli soggettivi- gli spagnoli di Barcellona e Siviglia dai quali ho appreso e con loro fatto in loco tal piatto, in quel modo m'hanno insegnato.- credo che comunque non intacchi nè il sapore nè la procedura che sicuramente non ha nessuna rigidità di esecuzione.

Per la seconda parte sono d'accordo ma è anche riportato nella spiegazione finale che il riso non dovr?, se possibile, mai essere girato.
chef


Commenta la ricetta...