Arrosto ricetta base

Arrosto ricetta base


La ricetta in breve

Difficoltà: Facile

Cottura: 90 min

Preparazione: 10 min

Dosi per: 4 persone


Ricetta vista: 93.571 volte

Ingredienti

  • 1 kg e 200 gr di carne per arrosto
  • 3 cucchiaiate di olio
  • 1 mazzetto di odori
  • poco brodo
  • sale e pepe

Preparazione

Scalda in una casseruola 3 cucchiai di olio e una noce di burro con un mazzetto di odori (rosmarino, salvia, aglio) poi rosola la carne da tutte le parti.
Bagna con una generosa spruzzata di vino bianco, spolvera di sale e cuoci a fuoco lento per circa un'ora avendo cura di bagnare ogni tanto la carne con il suo sugo e se necessario aggiungere poco brodo.
Un tocco finale: togliere la carne quando è cotta, farla leggermente raffreddare per poterla tagliare bene e all'intingolo mettere una spolverata di farina bianca tanta quanto una presa di sale, mescolare e spegnere il fuoco.
Affettare l'arrosto, cospargerlo col suo intingolo e servire.

I tagli adatti per arrosto sono: noce, lombata, sottofesa o girello (quest'ultimo è un po' asciutto e bisogna lardellarlo).




Lascia un commento



Invia

Cerca una ricetta...

Cerca per ingrediente...







Commenti su questa ricetta

stefania il 04/04/2014 alle 11:18
Adoro le vostre ricette,piacciono sempre.Grazie

Risposta dallo staff
Grazie Stefania, sono più che altro ricette provate e inserite solo se piacciono a noi che nel forum le inseriamo per prima farle conoscere al gruppo di amici e avrei piacere avere pure tu per scambiarci pareri e ricette tradizionali o altro che possa piacere.
Lostaff Rosanna/mammarosy

marraino il 21/05/2011 alle 00:00
il mio dubbio è sempre stato questo: qual'é il contenitore ideale per cucinare un arrosto?

Ghisa, ceramica, Acciaio, pietra ollare ...?
Grazie

Risposta dallo staff
Ciao Marraino, generalmente uso l'acciaio triplo fondo perchè non attacca sul fondo, una pentola di pietra ollare sarebbe adatta più per lo stracotto, così come il coccio, cioè le pentole di terracotta.
La ceramica non ce l'ho quindo non ho esperienza mentre la ghisa la userei più per grigliare.
Ognuno poi fa le proprie esperienze e utilizza quello con cui si trova meglio.
lo staff Rosanna

laura il 30/11/2010 alle 00:00
Io lo cuocio x quasi due ore sulla fiamma e metto un pò più di burro.... è favoloso. morbidissimo e saporito!! A presto. laura

Risposta dallo staff
Ciao Laura...ben vengano le varianti alle ricette.
Lo staff rosanna

Antonio il 22/03/2010 alle 00:00
Ciao a tutto lo staf, dovrei fare sabato per 18 persone un arrosto, Di. Agnello Di. Vitello e maiale con patate,potreste gentilmente dirmi le carni piu adatte e i Tempi Di. Cottura." Mai fatto persolmente"Grazie , e BUONA PASQUA .

Risposta dallo staff
Ciao Antonio,
la carne da acquistare non prenderla confezionata. se vai al super vai al banco del macellaio.
Agnello, vitello e maiale cuociono in tempi simili.
Il suggerimento è di prendere carni miste, sia magre che con parti grasse. Il grasso serve a dare più sapore.

Agnello: va bene tutto, anteriore che posteriore.

vitello: ha carne poco saporita, è delicato e ne consiglierei poco. Prendere le parti non troppo magre perchè sarebbero asciutte.

Maiale: generalmente danno l'arista, scegli la parte con delle venature grasse per lo stesso motivo.

Potrei consigliare anche un pezzo di manzo chiedendo la guancia; è un pezzo molto morbido, saporito e molto tenero.
Ultimo consiglio, tenere sempre una pentola con del brodo di carne o vegetale da aggiungere mentre cuoce l'arrosto per non cuocerlo con solo grassi.

claudia il 21/01/2010 alle 22:12
Un arrosto veramente squisito.....

Antonella il 02/04/2009 alle 00:00
Buon giorno.
Forse sbagliando tipo di taglio di carne, quando mi è capitato di fare l'arrosto ho quasi sempre usato magatello di manzo (800gr). Pur facendolo cuocere in forno per circa 1 ora e mezza (dopo opportuna rosolatura su fornello) ho sempre avuto un risultato poco tenero (suola di scarpa???). Devo aumentare i tempi o cambiare tipo di carne?
Grazie.
Antonella

Risposta dallo staff
Ciao Antonella,
il magatello è un pezzo di carne molto magro, adatto per il vitello tonnato o un arrosto in cui si aggiunge un intingolo con funghi, oppure lo devi vestire con della pancetta.
Dopo averlo rosolato lo si può cuocere anche sul fornello ma la fiamma va tenuta dolce e col coperchio.
Il sale va messo dopo la rosolatura o a metà cottura.
Quando è cotto, non va subito tagliato ma va fatto riposare alcuni minuti per stabilizzare la carne.
Nell'arrosto come nel brasato, una piccola parte di grasso serve a mantenere morbida la carne, troppo magra si asciuga e diventa stopposa.
Ciao rosanna

Natali il 19/11/2008 alle 00:00
Ciao Rosy,

ho un dubbio. Avevo fatto tutto ma c'è stato un particolare, dopo addirittura 2 ore lo tiro fuori dal forno (sembrava ben cotto), tolgo la retina e mi si pare in 2 parti conuna bella sorpresa: all'interno era ancora crudo! Per favore sapresti tu o qualcuno cosigliarmi i tempi giusti e la temperatura giusta per il forno?

Grazie mille!

Risposta dallo staff
Ciao Natali,
La temperatura per cuocere l'arrosto varia a seconda del peso della carne, indicativamente, per circa un chilo, dopo una buona rosolatura, va cotto (se di vitello) per un'ora circa a 170/180°; se invece è di manzo si deve prolungare per ulteriori 40 minuti circa.
Ciao rosanna

phillip il 02/06/2008 alle 17:25
grazie, non avevo mai tentato l' arrosto e mi e' venuto proprio bene. qui a Dubai non ci sono i macellai italiani... ho comprato il manzo proveniente dalla Nuova Zelanda. ciao, Phillip

irene il 09/04/2008 alle 21:06
prima volta che facevo l'arrosto!
ed è davvero buono!

Andrea il 22/03/2008 alle 07:21
la ricetta molto semplice e buona da mangiare

Commenta la ricetta...