Questo sito utilizza i "cookie" per facilitare la tua esperienza di navigazione. Accetta e continua - Cookie Policy

Ciambelline al vino della sora teresa

Questa ricetta non ha un immagine

Se hai preparato questa ricetta e vuoi pubblicare qui la tua foto premi il bottone invia fotografia.
Dopo averla visionata la pubblicheremo in questa ricetta inserendo il tuo nome come fotografo (se ce lo consenti).






La ricetta in breve

Difficoltà: Media

Cottura: 20 min

Preparazione: 40 min

Dosi per: 0 persone


Ricetta vista: 14.989 volte

Ingredienti

  • 1 tazza di vino
  • 1 tazza di zucchero semolato
  • 1 tazza di olio
  • 2 uova
  • 1 bustina di vaniglina
  • 1 cucchiaio scarso di lievito in polvere
  • farina q.b. (700 gr. circa)
  • altro zucchero semolato per la finitura della superficie

Preparazione

a sora Teresa era la mamma di una delle mie migliori amiche "storiche". La sua famiglia aveva, quando lei era giovane, una classica trattoria romana e tutte le ricette tradizionali romane le ho conosciute (e gustate!!!!) mangiando a casa della mia amica.
Purtroppo "faceva a occhio" e, specialmente dei dolci (tozzetti, mostaccioli, biscotti duri al cioccolato, pampepati, pizze cresciute, ecc...) non si hanno le ricette. Di queste ciambelline ho potuto indicare le modalità di realizzazione avendole fatte con lei una volta ed avendo "rubato con gli occhi"

Ciambelline al vino della Sora Teresa
Ingredienti per circa 50 ciambelline



Impastare tutti gli ingredienti fino ad ottenere una pasta morbida ma consistente. Ricavarne dei cilindridi pasta di circa 1 dito di spessore e circa 15 cm di lunghezzae le cui estremità si sovrapporranno a formare delle ciambelline.
Far scaldare il forno a 200°, ungere una teglia (si può usare anche della carta da forno) e disporvi le ciambelline distanziate l'una dall'altra dopo aver passato la superficie di ciascuna, delicatamente, in un piatto contenente lo zucchero di finitura.
Far cuocere nel forno a temperatura per 15-20 minuti (il tempo di cottura dipende molto dalla grandezza delle ciambelline che, comunque, debbono risultare appena dorate. Fare, però, attenzione perché hanno la cattiva abitudine di bruciare sul fondo!!!).
Si possono aggiungere dei semi di anice all'impasto per ottenere delle ciambelline più aromatiche.
Poiché difficilmente la cottura si esaurirà in una sola "infornata", è consigliabile tra una "infornata" e l'altra spegnere il forno ed aprirlo per evitare che le cotture successive producano ciambelline molto colorite e poco cotte.




Lascia un commento



Invia

Cerca una ricetta...

Cerca per ingrediente...