Questo sito utilizza i "cookie" per facilitare la tua esperienza di navigazione. Accetta e continua - Cookie Policy

Le sottilette

Le sottilette

Le sottilette sono state inventate dalla dalla Kraft Foods nel 1965. Si tratta di formaggio fuso venduto in bustine singole. Sono ideali soprattutto quando si sciolgono e quindi impiegate per toast o ricette di piatti al forno o in padella.


Negli anni sicuramente la produzione di sottilette si è diversificata: alle sottilette classiche si sono affiancate quelle light per chi è a dieta e quelle fila e fondi, più cremose quando si sciolgono. Le sottilette peraltro piacciono molto anche ai bambini e quindi sono un modo gustoso per fare assumere ai più piccoli formaggio anche se una vechia pubblicità degli Stati Uniti fu ritirata, in quanto considerata ingannevole nel punto in cui prometteva che una sottiletta conteneva l'equivalente di cinque once di latte.


In molti si chiedono però come conretamente vengano fatte le sottilette, anche perché non sono mancate posizioni critiche che le additano come alimenti poco salutari.Le sottilette sono in pratica formaggio fuso: per dargli la consistenza citipica viscosa vengono aggiunti sali di fusione (polifosfati) in grado di trasformare, in aggiunta all'agitazione e al calore, il paracaseinato di calcio del formaggio in paracaseinato di sodio, un composto che non avendo un reticolo proprio è capace di fondersi in modo omogeneo.


I formaggi più comunemente usati per la produzione di sottilette sono l'Emmenthal, il Cheddar, il Gouda, l'Edam, il Gruyere, la Fontina, il Provolone, l'Italico. Molti nutrizionisti peraltro avvertono sulla qualità del formaggio usato per fare le sottilette. A differenza di quanto si possa pensare peraltro (magari ingannati dal fatto che sono leggere e sottili) le sottilette non sono propriamente amiche della dieta: in media ogni 100 grammi di prodotto apportano 255 kcal/1065 kJ.

Cerca una ricetta...

Cerca per ingrediente...