Questo sito utilizza i "cookie" per facilitare la tua esperienza di navigazione. Accetta e continua - Cookie Policy

Vini Liguri


Le coltivazioni dei vitigni in Liguria sono per la maggior parte appezzamenti piccoli; ci sono molti poderi e strutture cooperative di dimensioni ridotte ma l'attaccamento ai vitigni locali č preponderante.
Un vitigno presente in tutta la regione č il Vermentino mentre il Rossese č coltivato nella provincia di Imperia, l'Ormeasco, importato dal Piemonte, la cui coltivazione fu imposta per legge nel XIV secolo; la Lumassina ed il Pigato (riconosciuto per le macchie sulla buccia) sono della zona di Savona; il Ciliegiolo e la Bianchetta a Genova, mentre a La Spezia ci sono l'Albarola, il Bosco, e la Pollera Nera.
I vini a denominazione di origine ricordiamo la D.O.C. della Riviera di Ponente che comprendi i vini rossi:
il Rossese (delicato e leggermente amarognolo) e l'Ormeasco (vinoso ed asciutto) ed il Rossese di DolceAcqua o Dolceacqua (dal buon corpo, colore giallo paglierino. odore leggermente aromatico e sapore mandorlato), tipici del Pigato, mentre il Bianco Vermentino č di gusto fine, fruttato ed armonico.
Il clima mediterraneo, secco e temperato e spesso ventoso della Liguria, risulta favorevole anche alla produzione del Passito Cinque terre Schiacchetrā, piuttosto rarissimo.
Il termine Schiacchetrā deriva dal dialetto locale riferito ad operazioni di vinificazioni "sciac" e ""trae" che significa "schiaccia e tira via", senza lasciare fermentare troppo il mosto; nel passato infatti, per ottenere i vini dolci si spillavano dal tino, dopo sole 24 ore, le uve pigiate fresche e non passite.

Cerca una ricetta...

Cerca per ingrediente...