Questo sito utilizza i "cookie" per facilitare la tua esperienza di navigazione. Accetta e continua - Cookie Policy

Salvia officinale

Salvia officinale

Nome comune: Salvia


Famiglia: Lamiaceae


La salvia officinalis ha numerose proprietà curative riconosciute in omeopatia, è, antisettica, antispasmodica, antisudorifera, diuretica, noltre è spesso consigliata in caso d’asma, infezioni alla bocca, della gola e delle vie respiratorie. Stimolare la digestione e calma gli attacchi di diarrea, è utile contro il tabagismo, le la depressione, unita al latte caldo è indicata per il raffreddore e influenza.


Tra i principali effetti, la salvia ha efficacia antisettica ed è anche digestiva e calmante.


In cucina la si usa sia nelle marinate che per aromatizzare l'interno degli animali interi, sia volatili che pesci. E' indispensabile con tutta la carne di maiale in genere.Le sue foglie possono essere anche fritte per uno snack particolare. La salvia è un degli ingrediente necessari per il piatto tradizionale di Bergamo e >Brescia: lo spiedo, un misto di carne e uccellini alternati con molte foglie di salvia e cotto al fuoco.


 


La salvia nella storia: 


La raccolta della salvia per i Romani era  un rituale particolare, doveva essere raccolta senza l'intervento di oggetti di ferro, in tunica bianca e con i piedi scalzi e ben lavati.


Per gli  Egizi alla farmacopea medioevale, la salvia fu sempre apprezzatissima in erboristeria e non a caso Linneo le attribuì il nome di officinalis.


Secondo un'antica tradizione inoltre la Salvia officinalis può essere utilizzata per curare un'eccessiva sudorazione: si prepara un infuso con la Salvia officinalis e si praticano dei tamponamenti della zona da trattare.

Cerca una ricetta...

Cerca per ingrediente...