Questo sito utilizza i "cookie" per facilitare la tua esperienza di navigazione. Accetta e continua - Cookie Policy

Pinzimonio di verdure miste


Il Pinzimonio è’ un piatto che ha due opzioni di inserimento in un menù: a inizio pasto sia per stuzzicare l’appetito, sia per ingannare l’attesa del primo piatto; a fine pasto per un effetto rinfrescante del palato e, dicono, digestivo. E’, anche, come la fonduta, uno di quei piatti che creano un’atmosfera giocosa che facilita l’aggregazione dei commensali.

E' innegabile, inoltre, che servire un Pinzimonio è portare in tavola un’esplosione di colori. Le verdure che si utilizzano (finocchi, cipollotti, ravanelli, sedano, carote, peperoni rossi, peperoni gialli, foglie di radicchio, indivia belga, zucchini, cetrioli, puntarelle, cuori di carciofo, cuori di lattuga, ecc...) hanno colori tali da colpire gradevolmente la vista e trasmettere un’anticipazione della piacevolezza del gusto.

Mondare le verdure scelte, lavarle con cura, asciugarle, tagliarle a “bastoncino”e disporle su di un piatto o in una insalatiera o preparare delle monoporzioni inserendo un mix di verdure in bicchieri senza stelo.
La preparazione delle verdure è molto semplice ma assorbe parecchio tempo e si tende spesso a prepararle in anticipo riponendole in un canovaccio inumidito, infilate in una busta da freezer e mantenute in frigo.
Altri usano i contenitori sotto vuoto, qualcuno usa mettere le verdure (e anche la macedonia di frutta) in una pentola a pressione chiusa affermando che il contenuto non si ossida e non cambia colore.
Sconsigliabile, infine mettere le verdure in acqua perché perdono sapore e contenuti in vitamine, sali, ecc..
L’ideale sarebbe prepararle all’ultimo minuti magari, nelle occasioni più informali, con l’aiuto degli altri commensali.


mimmì

Cerca una ricetta...

Cerca per ingrediente...