Come preparare un ottimo brasato

Come preparare un ottimo brasato

Il termine brasare deriva da brace e significa cuocere lentamente.


Una volta il brasato veniva cotto nella rasiera di rame stagnato con coperchio piatto (un tipo di pentola oggi caduto in disuso) e con l'ausilio della brace prodotta dalla legna arsa.


Sarebbe questo il modo ideale per preparare il brasato, ma ovviamente, per ragioni di tempo ed opportunità, oggi più nessuno cucina in tal modo.


Tuttavia è possibile realizzare lo stesso un ottimo brasato utilizzando il più moderno (e pratico) fornello a gas, purché si adoperi una pentola con bordo alto e con un coperchio che la chiude completamente, onde evitare la naturale evaporazione.


Per il brasato vanno bene pezzi di carne di manzo (lingua, culaccio, garretto, spalla e girello) oppure di vitello (noce, spalla, carré, garretto e lingua).


La cottura particolarmente lenta rende saporite anche carni piuttosto mediocri; il brasato, così come avviene per lo stracotto infatti, permette alla carne di assorbire completamente il condimento, rendendola piacevole e molto digeribile.


Durante la cottura, che deve essere delicata e sempre a fuoco moderato, le carni mantengono inalterate le loro proprietà, con il vantaggio di conservare perssoché intatto tutto il valore proteico e nutrizionale originario, senza subire alcuna alterazione e nessun impoverimento durante la loro preparazione.

Cerca una ricetta...

Cerca per ingrediente...